Tu sei qui

Scrivere sul bene, scrivere dei Giusti

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Trecento studenti, le figure dei Giusti e la passione di un giornalista. Potrebbe essere intitolato così, l'incontro di Gabriele Nissim con i ragazzi e le ragazze del Malignani, che si è tenuto mercoledì 12 dicembre presso l'Aula Magna del nostro Istituto. 

Storico, scrittore e fondatore di GARIWO - l'Associazione che si occupa dei Giardini dei Giusti - Gabriele Nissim è stato il promotore, Presso il Parlamento Europeo,  della Giornata Europea dei Giusti, proclamata per ricordare  uomini e donne che si sono battuti per difendere i diritti, la dignità, spesso la vita stessa di altri uomini e altre donne, vittime  di genocidi o di crimini contro l’umanità.

Il dibattito è stato intenso, il dialogo vivo e partecipato, le riflessioni importanti e suggestive: chi sono i Giusti di ieri, di cui preservare, valorizzare e diffondere l’esempio? E chi sono i giusti di oggi? Come contrastare la cultura dell’odio e del “nemico”? In un clima di interesse e attenzione, si è discusso di fragilità umane e responsabilità individuali,  di passato e presente, di totalitarismi e diritti umani. Si è discusso di umanità. E poi di Hannah Arendt, Etty Hillesum, Primo Levi. Di Shoah, di genocidi vicini e lontani, di una “cultura” dell’indifferenza da combattere con l’etica. Di giardini dei giusti come mobilitatori sociali e spazi per la riflessione condivisa. Veri protagonist: i ragazzi. Capaci di comprendere che la Storia ci parla solo nella misura in cui diventa chiave di riflessione e di interpretazione del nostro inquieto  passato.

Antonella Sbuelz

Contenuto in: