Tu sei qui

A lezione con il campione di scacchi Lorenzo Lodici

StampaSalva .pdf
Sedi: 

Giocatore: “alfiere in f5”

Campione: “mmm…in f5 c’è un pedone…”

Giocatore: “alfiere in f5”

Campione: “in f5 c’è un pedone!”

Giocatore: “scusi, …alfiere in e6…”

Tutto sembrerebbe normale, ma il Campione, ovvero Lorenzo Lodici, ospite del Malignani Sabato 18 maggio, sta giocando bendato, e contro 5 scacchiere contemporaneamente. Lodici ha vinto il Campionato italiano under 12 nel 2012, nel 2015 il Campionato italiano under 16, nel 2017 il Campionato italiano under 20 e, nel 2018, il Campionato italiano assoluto a Salerno.

E’ stato uno spettacolo senza precedenti, per gli amanti degli scacchi, quello offerto da questo ragazzo poco più che ventenne, ma già in grado di ottenere nella sua carriera un titolo italiano assoluto. 25 scacchiere e relativi allievi impegnati nel rendere la vita dura al campione. Non si è lasciato intimidire ed ha vinto tutti gli incontri disputati, compreso un fuori programma con il Maestro Fide e Campione regionale assoluto, Giorgio Belli, un “incontro blitz”, in cui ogni concorrente ha a disposizione 5 minuti per disputare le proprie mosse e contromosse.

“Se in questo momento, ha detto da bendato, mi metteste su una bicicletta, sarei in grado di ragionare ancora meglio, in quanto il fisico sarebbe meno stressato: questo sta a confermare quanto siano in correlazione l’uso del cervello e il movimento per un’attività come gli scacchi”.

Ideata da Lorenzo Serpi, allievo di prima informatici, lo spirito della manifestazione invita a confrontarsi sul terreno delle idee perché giocare a scacchi significa avere chiaro un obiettivo da raggiungere e imparare a conoscere i mezzi e i modi per centrarlo. La lezione consisteva nell’imparare a muoversi in maniera tattico-strategica, valutando e sfruttando le opportunità; nell’affinare la propria capacità di giudizio, nel formulare un piano conseguente ed nell’essere coerenti nella scelta delle mosse per supportarlo. Si tratta di una lezione per la vita.

«Ritengo questo progetto di particolare valenza formativa,» ha affermato il Dirigente Scolastico Andrea Carletti «per questo nel  2020 incrementeremo il numero delle scacchiere al Malignani per favorire tramite il circolo scacchistico neo formatosi, questa disciplina che, sotto l’egida del CONI, contribuisce alla crescita psicofisica dei ragazzi.». Per quest’anno, infatti, le scacchiere sono state fornite dalla federazione scacchistica, presente col consigliere regionale ed insegnante alla scuola di Spilimbergo Andrea Bisaro, e dal dipartimento di scienze motorie.

Contenuto in: