Tu sei qui

La classe 3^ CBA B ha partecipato ad “Impresa in Azione” 2018 con il suo UP 'N' DIN

StampaSalva .pdf
Sedi: 

La classe 3^Chimica e Biotecnologie Ambientali Sezione B, il 24 maggio scorso, ha partecipato alla Competizione Regionale "Impresa in Azione" edizione 2018, in Piazza Venerio a Udine, presentando il suo prodotto: up 'n' din. Un gioco di parole che fa riferimento all'appendino.

Vi è mai capitato di avere difficoltà nell'infilare l'appendino nel collo della maglia? O di non riuscire a prendere un vestito appeso troppo in alto? La classe 3^CBA B ha trovato la soluzione! Up 'n' din è l'innovativo prodotto che, grazie alla sua pratica tecnologia basata su un sistema di calamite, permette di raggiungere capi appesi troppo in alto. Basterà tirare un lembo del capo desiderato: le alette dell'appendino si abbasseranno e il capo cadrà dritto tra le nostre braccia. Le alette piegate aiuteranno anche a infilare più facilmente l'appendino al collo dell'indumento senza rischiare di romperlo o strapparlo.

Ecco i nomi degli allievi della classe 3^ CBA B inventori dell' up 'n' din:

Appolloni Diego, Castorina Marco, Cedarmas Lisa, D'Angelo Giulia, Degano Stefano, Dri Beatrice, Dri Filippo, Ferro Leonardo, Fogar Daniele, Garcia Martinez Giulia, Gattesco Jessica, Ligutti Sofia, Massimillo Giulia, Ndreu Ajdi, Paciolla Giulia, Paladini Mattia, Papaiz Lisa, Pavan Alessia, Pavese Sara, Pico Giacomo, Picotti Enrico, Scruzzi Lara, Sfiligoi Maddalena, Zulian Federico.

Mattia Paladin, Web Manager, intervistato, dice:

"E' stato un nostro compagno di classe ad avere l'idea dell'appendino. L'idea è piaciuta subito a tutti ed è stata appoggiata anche dagli insegnanti. Inizialmente avevamo pensato a un "porta rossetto": erano però interessate soprattutto le ragazze. Quindi abbiamo pensato a qualcosa di "neutro", che potesse attirare tutti, ragazzi e ragazze. E' nato così il nostro "up 'n' din".

La Professoressa Livia Mercato, anche lei molto entusiasta, sottolinea che si tratta di un prodotto utile e molto comodo e che l'dea è piaciuta moltissimo anche alla gente.

Continua Mattia Paladin: "Ci siamo appoggiati all'Ipsia di San Giovanni; ci ha aiutato molto un Tecnico, Walter Codramaz. Noi abbiamo fornito il materiale essenziale per la produzione: legno, calamite e ganci. Sono stati prodotti circa 80 appendini. Ci siamo appoggiati anche a un'altra Azienda, La Turnia, sempre di San Giovanni al Natisone. Ci piacerebbe molto continuare queste collaborazioni. Il giorno della Fiera a Udine abbiamo venduto tutti gli appendini; alcune persone ce li hanno anche ordinati e li abbiamo consegnati successsivamente. E' stato tutto molto utile e formativo perché abbiamo compreso come funziona un'Azienda e ci sentiamo già introdotti nel mondo del lavoro".

Interviene anche Sara Pavese. Sara e Mattia, assieme alla Professoressa Mercato, mostrano con soddisfazione la brochure della loro Azienda, il loro up 'n' din, ...

Per questa belllissima esperienza i ragazzi ringraziano in particolare: le Professoresse Sara Vuano, Livia Mercato, Nadia Martinis, nonché il loro Dream Coach Fabio Micoli. 

Contenuto in: